Posts contrassegnato dai tag ‘italiani in uruguay’

La Gente d’Italia incontra i giovani del CAVU, l’associazione veneta dell’Uruguay. Le loro proposte: sviluppare accordi bilaterali con università italiane e portare avanti maggiori investimenti economici

???????????????????????????????

(altro…)

 Non è italiana ma ha un legame speciale con l’Italia. L’Associazione Vissi d’Arte è sbarcata da alcuni mesi sul panorama culturale di Montevideo. A fondarla sono stati 2 giovani italiani, una coppia che ha a cuore la cultura e la musica e che in Uruguay ha potuto realizzare un sogno. Vi raccontiamo le storie di Desirée Conti e di Gabriel Musitelli

Vissi d'Arte

Vissi d Arte

(altro…)

 La Gente d’Italia raccoglie l’appello di Antonio Graziano, un ragazzo italiano residente in Uruguay. Suo fratello Fabio è in coma da settembre ed è in procinto di arrivare in Austria per ricevere cure particolari molto costose. La mobilitazione è nata sul web, con una pagina Facebook ed un sito: www.fabiotuttohaunsenso.org. “Mio fratello stava pensando di venirmi a trovare per la prima volta in Uruguay” racconta il giovane napoletano.

Fabio GrazianoFabio Graziano

(altro…)

Il Candombe è la manifestazione culturale tipica della popolazione di origine africana in Uruguay proveniente dall’epoca coloniale. Dopo la dittatura c’è stata una progressiva apertura al resto della società che ha consentito anche ai bianchi di poter partecipare. La Gente d’Italia ha incontrato alcuni degli italouruguaiani che si sono uniti ai neri seguendo il ritmo dei tamburi.

(altro…)

INTERVISTA AD ALCIDES BERETTA CURI, STORICO

Lo storico dell’Università della Repubblica torna su quell’italianità che spesso vorremmo riscoprire e rivalorizzare. Un viaggio fino allo sbarco dei primi italiani nella Repubblica Oriental del Uruguay e al loro straordinario lavoro in questa terra sudamericana

Emigrazione italiana

Montevideo nei primi anni del Novecento

(altro…)

 La proposta arriva dalla Società italiana di La Paz e si terrà in autunno del 2014. Questa cittadina ha una storica associazione fondata nel 1895 vista l’altissima percentuale di italiani che hanno popolato queste terre, soprattutto nell’industria tessile e mineraria. Si tratta di una delle città con la maggiore concentrazione di connazionali in Uruguay.

Festival della gastronomia italiana2

(altro…)

Un’evidente disparità di trattamento, quella pianificata dal Ministero degli Esteri nei confronti del Consolato italiano di Montevideo, l’undicesima struttura più grande al mondo in relazione al numero di residenti.

A Valona, così come a Calcutta, ci sono solo 99 italiani ma è stata conferita loro la categoria di Consolato Generale. In Pakistan, a Karachi, c’è un impiegato per ogni 5 connazionali. A Montevideo il rapporto è di 1 su 7mila. La soluzione del Ministero: trasformare questa sede in cancelleria consolare

Consolato italiano

(altro…)

Viaggio tra le comunità italiane in Uruguay

La Gente d’Italia incontra i membri della Società Italiana di Carmelo, l’associazione più antica fondata dagli immigrati italiani nel 1871. Attualmente conta su 400 soci ed è il centro nevralgico della cultura cittadina. Una Società “riconquistata e trasformata” negli ultimi anni che lotta “per non essere abbandonata da Montevideo”.

Carmelo Uruguay

(altro…)

C’è tanta Italia nel progetto del quartiere artistico di Montevideo che ha appena ricevuto la fiducia da parte dei cittadini uruguaiani chiamati alle urne: “Un vero esempio di democrazia partecipativa”. Tra architetti, attivisti ed imprenditori un’idea comune nel considerare l’arte come “un punto strategico per lo sviluppo urbano”


(altro…)

Viaggio tra le comunità italiane dell’Uruguay.

Maldonado, prima città uruguaiana che accolse l’Eroe dei due mondi, continua a difendere con tenacia la sua italianità attraverso il Circolo fondato nel 1969. Carlos Calace è stato appena riconfermato presidente.

(altro…)