Posts contrassegnato dai tag ‘matteo forciniti’

Riflessioni filosofiche su potere mafioso e rivolta sociale (3)

Legittimazione e Rassegnazione

Il termine Istituzione richiama il concetto di immobilità, ossia di qualcosa che resta fermo, che sta: la parola latina institutio infatti deriva dal verbo instituire cioè stabilire, porre. Indica un qualcosa che sta alla base, che rimane anche quando tutto il resto cambia. L’istituzione-mafia è sopravvissuta ad innumerevoli mutamenti storici quali il fascismo, le due guerre mondiali, la guerra fredda, il Sessantotto, la prima repubblica (le prime presenze della ‘ndrangheta in Calabria risalgono al 1884.)

In tutti questi anni si è progressivamente accettata questa forma di autorità grazie alla rimozione delle domande di legittimità in un fenomeno che Stanley Cohen chiama Diniego culturale. Tale fenomeno si verifica quando <<nella società si giunge ad accordi non scritti su cosa possa essere pubblicamente ricordato e riconosciuto>>.

(altro…)

Riflessioni filosofiche su potere mafioso e rivolta sociale (2)

Accettare il dominio mafioso?

Max Weber definì tradizionale la tipologia di dominio conferita in base a <<credenze quotidiane>> diffuse e ripetute nel tempo, ritenute <<valide da sempre>>. Nella società dominata dall’organizzazione mafiosa il dominio weberiano potrebbe essere tradotto così: “si deve obbedire al potere mafioso perché è stato sempre così e continuerà ad essere uguale”. Ossia, si prova rassegnazione.

Quando un dominio dura abbastanza nel tempo riesce a istituzionalizzarsi. Mary Douglas definisce l’ istituzione come il <<raggruppamento sociale [la cui autorità] è legittimata>>. Nella istituzione mafiosa, invece, si potrebbe aggiungere che l’autorità appare legittimata (come definito da Roberto Escobar, ma in un contesto diverso da quello mafioso). Questa legittimazione avviene ovviamente grazie alla rimozione delle riflessioni sull’origine di tale obbedienza.

(altro…)

Riflessioni filosofiche su potere mafioso e rivolta sociale (1)

La criminalità organizzata esercita sulla società calabrese una particolare forma di dominio, avendo contemporaneamente i tratti della Potenza, del Potere e dell’ Autorità.

La Potenza  si basa sul comportamento del dominato, al quale corrisponde la volontà del dominante (il boss). Ma questa volontà si realizza solo per la minaccia della violenza mafiosa: in pratica, è la paura il sentimento che mi spinge a pagare il pizzo, perché disobbedendo troverei la mia proprietà bruciata o potrei essere ucciso.

(altro…)

Dal 5 al 15 giugno la città di Montevideo ha ospitato la mostra di Monica Incisa, importante artista italiana autrice di collages e disegni apprezzati a livello internazionale.

L’evento si inserisce nell’iniziativa “2012 Anno della cultura italiana in Uruguay” ed ha ricevuto il sostegno di diverse istituzioni locali, a partire dal Ministero degli Esteri dell’Uruguay, dove ha avuto sede la mostra. L’esposizione contiene 29 collage (presentati già nelle mostre di Roma e Milano) e 10 disegni.

(altro…)

Entrevista al Prof. Pablo Rocca, docente de Literatura Uruguaya en la Universidad de la República, autor de una biografía sobre el editor italo-uruguayo

(altro…)

Intervista al prof. Pablo Rocca, docente di Letteratura Uruguaiana presso L’Universidad de la República, autore di una biografia sull’editore italo-uruguaiano.

(altro…)

La straordinaria passione sudamericana dove di calcio si vive. In Uruguay la filosofia è: vincere o morire.

Ci sono popoli che giocano a calcio per svago, per hobby  o semplicemente perché è uno sport. Uno dei tanti. E poi ci sono popoli che invece vivono di calcio: cuore, grinta, passione: in Sud America giocare a pallone è una lotta. Si respira calcio.
Dici Sud America e pensi subito ai brasiliani, alla loro allegria e spensieratezza, agli argentini che oltre alla fantasia combinano carattere e determinazione. Argentina e Brasile, Maradona e Pelè. E tanti altri campioni.

(altro…)

¡Cayó Berlusconi, por fin! Pasada la borrachera es el momento de cuestionar seriamente algunas consideraciones útiles por la comprensión de aquel extraño fenómeno llamado berlusconismo (probablemente seguido al peronismo en cuanto a incomprensión).

(altro…)

E’ caduto Berlusconi, finalmente! Passata la sbornia è il momento di porsi seriamente alcune considerazioni utili per la comprensione di quello strano fenomeno chiamato berlusconismo (probabilmente secondo nel mondo solo al peronismo in tema di incomprensione).

(altro…)

La sconfitta contro la Spagna ricorda quella contro il Brasile di Pelè del 1970: 

di fronte due leggende del calcio mondiale

(altro…)